Come scrivere un Blog: 5 cose che DEVI sapere

Perché le persone tengono un blog? Non basta attirare attenzione sul tuo sito web o sulla tua pagina Facebook? In realtà, una delle prime cose da sapere su come scrivere un blog è che non equivale a tenere un diario del tuo business / hobby, né è un canale di vendita.

Un blog, in realtà, è uno strumento che genera traffico e fa conoscere te e il tuo prodotto / servizio. Un blog afferma la tua personalità e autorevolezza e aiuta il tuo pubblico a fidarsi di te. Una vetrina o un banner non sono abbastanza per guadagnarsi la fiducia degli utenti. Di questi tempi, è necessario avere una “piattaforma” in cui affermarti come professionista e stimolare la gente a parlare di argomenti importanti collegati alla tua attività.

Come scrivere un Blog

In questo articolo vedremo insieme come scrivere un post sul blog e successivamente come creare una serie di blog che aumenteranno il tuo traffico e consolideranno la tua presenza online. E questa è l’autorevolezza che ti serve per aumentare le vendite e farti guadagnare!

Come scrivere Blog: 5 passi da tenere a mente

Il blogging può essere una grande fonte di reddito, basti pensare al fatto che alcuni autori vengono pagati milioni per curare i blog di grandi aziende. I link a articoli di riviste, blog e video vengono condivisi sui Social Media e quindi il tuo obiettivo è generare interesse usando questi canali, per poi indirizzare il traffico sul tuo blog.

Secondo Aranzulla, il segreto su come scrivere un blog è pianificare i tuoi blog in anticipo, concentrarti su un argomento e creare una struttura. Conoscere l’argomento e il “tema” dei post del tuo blog ti consentirà di migliorare la qualità dei tuoi articoli aggiungendo ricerche, fact-checking e una struttura organizzata per tenere i lettori interessati.

Oltre alla qualità dei contenuti, gli esperti raccomandano anche di prestare attenzione alla headline (o al titolo), assicurandosi che sia informativo e d’impatto. Dovresti anche migliorare il post del blog con le immagini.

Ma è possibile avere informazioni più dettagliate su come avere successo. Ecco cinque punti da tenere a mente quando pianifichi come scrivere un blog:

1. Trova idee per i post del tuo blog leggendo e ascoltando

1. Trova idee per i post del tuo blog leggendo e ascoltando

La prima domanda che potrebbe sorgere quando pensi a come scrivere sul blog è:  da dove prendo le idee? Se vendo un prodotto o un servizio, non esaurirò rapidamente gli argomenti? Di certo, per scrivere bene occorre informarsi riguardo l’argomento sul quale stai scrivendo.

 Se non sei entusiasta, la tua scarsa passione emergerà dal modo in cui scrivi. Scrivere sul blog in maniera naturale lo rende molto più interessante. Scrivi con più passione, fai più ricerca e fai trasparire il tuo entusiasmo per il settore.

È bene evitare argomenti noiosi e gli articoli “triti e ritriti” nonché scrivere luoghi comuni che non hanno alcun valore per il lettore. Scrivi solo di argomenti che ti interessano e lascia che il tuo lettore percepisca la tua passione.

Per trovare argomenti che accendano la curiosità del lettore,  ricorda di studiare attentamente il mercato, la concorrenza e i lettori. Anche se potresti avere un buon istinto per scrivere articoli e titoli (ed è una cosa ottima!), non sottovalutare l’idea di provare ciò che già è stato fatto e magari migliorarlo.

Prova a trovare ispirazione per il tuo blog andando a vedere:

Quali parole chiave sono popolari su siti come Keyword tool

Quali parole chiave sono popolari su siti come Keyword tool

Quali sono le ultime notizie sul tuo settore, hobby o argomento di interesse

Quali sono le ultime notizie sul tuo settore, hobby o argomento di interesse

Di cosa parlano i tuoi concorrenti

Di cosa parlano i tuoi concorrenti

Di cosa parlano i tuoi lettori o potenziali clienti

Di cosa parlano i tuoi lettori o potenziali clienti

Annota tutte le tue idee per riferimenti futuri e studia il traffico che i tuoi blog generano, per vedere quali argomenti vale la pena esplorare di nuovo in futuro. Puoi guadagnare denaro sul tuo blog in base al traffico che generi. Nel nostro articolo correlato puoi scoprire di più su come avviare un blog gratuitamente e renderlo redditizio .

2. Struttura il tuo primo blog post

2. Struttura il tuo primo blog post

Quando si impara a tenere un blog è meglio pianificare i post per renderli organizzati, facili da seguire e strutturati logicamente. Improvvisare troppo o divagare non è proficuo: il tuo pubblico potrebbe iniziare a pensare che tu non sia competente sull’argomento e non sia un ottimo blogger.

È meglio scrivere una bozza prima di postare in modo che i pensieri siano ben organizzati. Redigere i post e imparare a scrivere un blog significa anche sfoltire la quantità di dati che hai ottenuto con la ricerca, scegliere ed evidenziare dei punti principali, dispensare dati secondari e dare al lettore alcune importanti informazioni “cotte e mangiate” che rimarranno impresse nella sua mente.

Struttura il tuo primo blog post

Quando vai a delineare e provare a scrivere un blog  di alta qualità, è importante creare “paragrafi” di punti: cogli il  libero flusso di idee e poi definisci alcuni punti chiave, seguiti da un elenco di informazioni di supporto che enfatizzano il tema centrale. Ad esempio, un blog dettagliato potrebbe avere quattro o cinque paragrafi di testo.

Le informazioni di supporto che richiamano l’attenzione sui punti principali dovrebbero anch’esse essere frutto di ricerca o comunque collegate a studi, affermazioni o fatti verificati, quando possibile, in modo che ogni punto sia provato e non venga dato per scontato.

Quando catturi il pubblico con una serie di domande e risposte o con una serie di prove per dimostrare la tua idea, devi assicurarti che rimangano con te. Dimostrare le tue ragioni con prove tangibili e quindi enfatizzare il “portare a casa” ciò che si è letto, fa parte della creazione di una discussione coesa e di un blog efficace.

Considera questo modello di blog post citato da Dario Vignali. Nota come alcuni di questi modelli di blog post sono strutturati in modo tale da persuadere il pubblico a credere in qualcosa e poi agire di conseguenza:

Racconta una storia relativa a un problema del post
Racconta una storia relativa a un problema del post
Coinvolgi il lettore in questa discussione
Coinvolgi il lettore in questa discussione
Identifica il problema nella storia
Identifica il problema nella storia
Indica la soluzione passo dopo passo
Indica la soluzione passo dopo passo
Includi un riepilogo
Includi un riepilogo, il “prendi e porta a casa” e una call to action alla fine per promuovere il prodotto/servizio

Questo è uno schema che i rivenditori online usano spesso perché aumenta le vendite e gli acquisti impulsivi!

3. Lascia i tuoi lettori in attesa della prossima uscita

3. Lascia i tuoi lettori in attesa della prossima uscita

Quanto dovrebbe essere lungo un blog post? La risposta classica è che un post sul blog può essere lungo quanto necessario per dimostrare tutti i punti citati dallo scrittore, tuttavia al giorno d’oggi i social media stanno cambiando rapidamente le regole del gioco.

Le persone non leggono articoli lunghi come facevano prima e preferiscono post più brevi, specialmente se devono uscire dal sito per leggerli.

Dalle statistiche di Jooma vediamo che alcuni blogger credono che 600 parole siano più che sufficienti per il primo post sul blog. Tuttavia, lo scrittore Joe Bunting secondo Buffer i post dovrebbero contenere almeno 1600 parole per funzionare.

quanto dovrebbe essere lungo il mio post sul blog

Ciò che impariamo da questo dato riguardo al conteggio delle parole e riguardo a come scrivere un blog, è che scrivere post di oltre 3.000  parole è decisamente troppo per una sola sessione di lettura, a meno che tu non stia scrivendo di qualcosa di altamente tecnico, dettagliato o per un pubblico molto specifico.

Piuttosto che rischiare di travolgere il tuo pubblico con troppe informazioni, prova a suddividere un unico post in più articoli, ognuno con oggetto lo stesso argomento.

È anche una buona idea collegare un articolo a quello successivo della serie, in modo che l’utente possa leggere in successione al proprio ritmo, senza perdere nessuna parte della discussione.

Anche rivedere e modificare il tuo schema e la prima bozza costituisce una parte importante del processo, poiché potresti scoprire vari problemi relativi alla struttura delle frasi o all’organizzazione dopo aver letto l’articolo per la seconda volta.

Evita di pubblicare l’articolo finché non lo hai letto una volta o due.

4. Scrivi un blog che VENDE

4. Scrivi un blog che VENDE

blog post template

Benché si possa discutere in astratto su come dovresti scrivere un blog, seguendo gli standard giornalistici e l’arte dello scrivere, al giorno d’oggi è tuttavia più importante considerare cosa funziona  e cosa no. Ciò che ottiene clic e ciò che genera i commenti è la cosa più importante da imparare per scrivere un blog.

Secondo gli studi citati, l’80% dei lettori leggerà una headline, ma solo il 20% di loro continuerà a leggere il testo. Questo sottolinea la profonda importanza di “vendere” la storia con il titolo. Ciò significa non solo scrivere un titolo sensazionale, ma anche sviluppare onestamente nel testo tutto ciò che suggerisce il titolo: non fare click-bait!

5. Fai emozionare il tuo pubblico mentre lo istruisci

5. Fai emozionare il tuo pubblico mentre lo istruisci

Se scrivere titoli di giornale di tipo drammatico non ti viene naturale, considera il tuo blog più come un’esperienza sensoriale piuttosto che solo intellettuale.

Coinvolgi i “sensi” del tuo pubblico, concentrandoti sulle immagini che vedono, sui suoni che ascoltano, su come li fa sentire qualcosa e su quali odori o sapori questa cosa evochi. Questi sono i dettagli “umani” che tengono alta l’attenzione delle persone.

Se vuoi imparare a scrivere un blog, mettiti nei panni del tuo lettore e cerca di capire cosa vuole sapere e come vuole sentirsi leggendo il tuo blog. Quali sensi devi stimolare?

Dare troppo spazio al titolo o al testo riassuntivo (la frase in corsivo che segue il titolo) è meno soddisfacente e meno efficace.

Perché…?

Fai emozionare il tuo pubblico mentre lo istruisci

Perché il pubblico vuole essere catturato e ciò non può avvenire leggendo il riassunto di una storia! Arricchisci l’esperienza di lettura concentrandoti sulle emozioni e aumenta il traffico!

Come puoi vedere, imparare a scrivere un blog implica imparare l’arte della scrittura, ma anche l’arte di attrarre il tuo pubblico. Trova il tuo pubblico e scopri a quali stimoli emotivi risponde … questa dinamica può essere utilizzata per scrivere un blog di alta qualità che non si limiti solo ad insegnare o informare …  ma che sia anche affascinante! 

Genera emozioni nei tuoi lettori e crea in loro la necessità di ritornare sul blog per leggere ancora. La semplice risposta sul perché le persone tornano? Non più per il blog ma per vivere un’esperienza ogni volta più coinvolgente!

Torna su